Storia e Mission

… INIZIA LA STORIA …

Nel 1960 uno “sportivo” di nome geom. Livio Manzin convince i responsabili dell’ U.S. ACLI a realizzare una piccola pista da sci in plastica nel capannone – ex falegnameria dell’ENAIP di Via dell’Istria 57. Tale iniziativa, supportata anche da un servizio televisivo RAI andato in onda a livello nazionale, ebbe un enorme successo.

Lo “sportivo” (ndr Livio Manzin) divenuto presidente della Polisportiva Libertas Sci Club 70 espresse la volontà di ampliare tale idea realizzando nel Comune di Duino Aurisina un impianto sportivo per lo sci alpino e di fondo con le piste in plastica.


… 1971 L’INAUGURAZIONE …

Con gran caparbietà inizia lo studio e la progettazione dell’impianto sportivo “Neve Sole” di Aurisina, oggi realtà e vanto dello sport cittadino e regionale.

Dopo una non facile ricerca di una idonea collocazione, grazie all’aiuto di amici ed alla grande disponibilità sportiva e sociale della Famiglia SULLI di Santa Croce, che accolse le nostre richieste di uso della dolina carsica di sua proprietà sita nel comprensorio di Aurisina, fu possibile dare vera concretezza al progetto.

Nel maggio 1971 con il sostegno da parte del Comune di Duino Aurisina e della Regione Autonoma Venezia Giulia – Assessorato allo Sport, e con l’autorizzazione rilasciata dalla Camera di Commercio in data 12.08.1971 partirono i lavori, grazie al lavoro di volontariato dei soci fu possibile inaugurare nel settembre 1971 un primo tratto di pista da sci di plastica da discesa ed un anello per lo sci nordico.

Il servizio logistico veniva assicurato dalla realizzazione di edifici in legno con materiali dismessi e recuperati dal vicino Campo profughi di Santa Croce. La risalita avveniva con uno skilift a manovia con fune bassa. L’approvvigionamento idrico era garantito da un serbatoio marino che settimanalmente veniva riempito da un’autobotte dei Vigili del Fuoco di Opicina, mentre l’energia elettrica era prodotta da un generatore a benzina.

Successivamente la pista venne illuminata grazie all’energia fornita con un generatore diesel marino gentilmente messo a disposizione dei pescatori del Villaggio del Pescatore.


… 1974 – 1984 AMPLIAMENTI E MIGLIORIE …

Nel 1974 l’ENEL realizzò la linea elettrica di fornitura a tutta la zona, compreso il nostro impianto sportivo, così tutto l’impianto venne illuminato garantendo sicurezza e dando la possibilità alla Scuola di Sci di funzionare anche in notturna.

Negli anni vennero effettuati numerosi allargamenti e miglioramenti alle piste di discesa e di fondo. Si realizzarono gli attuali impianti di illuminazione delle piste da discesa e fondo, la rete idrica e l’asfaltatura della strada di accesso.

Nel 1978 l’impianto sportivo fu arricchito con la costruzione di due campi da tennis in terra e la realizzazione dei relativi servizi e la costruzione di uno skilift a manovia fissa.


… 1984 L’INCENDIO E LA RICOSTRUZIONE …

Enorme il successo e grande l’affluenza ai corsi di insegnamento dello sci alpino e di fondo.

Tutto proseguì magnificamente ma, nel giugno 1984, ignoti appiccarono il fuoco agli edifici in legno, mettendo letteralmente in ginocchio la società. Tutto andò distrutto ad eccezione delle piste in plastica salvate grazie al tempestivo ed encomiabile lavoro dei Vigili del Fuoco, che impedirono il propagarsi dell’incendio alla zona boschiva limitrofa e quindi alla pista.

I danni ingenti non spaventarono lo Sci Club70. La parola d’ordine fu “RICOSTRUZIONE”.
Grazie al lavoro dei soci, degli amici e agli aiuti economici elargiti dalla Fondazione CR Trieste, della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del CONI e dalle sottoscrizioni varie in pochi mesi, a tempo di record, fu tutto ricostruito, tanto che nel settembre 1984 l’attività venne regolarmente ripresa.


… 1993 – INAUGURAZIONE IMPIANTO NEVE ARTIFICIALE – PISTA SCI D’ERBA ..

Nel novembre 1993 ci fu l’inaugurazione dell’impianto di neve artificiale che permise nei mesi freddi di sciare sulla neve vera a pochi passi dal mare. La struttura era servita da tre postazioni di cannoni spara neve e di un battipista meccanico.

Nello stesso anno viene costruita anche una pista per lo sci d’erba. Realizzata con l’intento di poter allenare e preparare la pluricampionessa mondiale Cristina Mauri.

L’innevamento artificiale e’ realtà.


… 2007 – ADEGUAMENTI IMPIANTI Realizzazione

Nel 2007 assieme all’ampliamento della attività sciatoria, sportiva, ricreativa e di insegnamento della pratica dello sci venne riscontrata la necessità di adeguare l’impianto di risalita. Si passa dalla manovia a fune al tappeto mobile. Nel 2008 iniziano i lavori per l’ampliamento dell’edificio servizi e di straordinaria manutenzione della pista di plastica.

Oggi l’impianto “Neve Sole” di Aurisina, considerato di interesse regionale svolge un’intensa attività sia sportiva che agonistica e sociale. Vengono organizzati nei mesi autunnali corsi di insegnamento dello sci riservato a bambini ed adulti con le specialità di alpino, fondo e snowboard.

 

 

La nostra mission

Lo Sci Club 70 ha come finalità la pratica dello sci e la sua promozione a livello giovanile quale strumento educativo.

Puntiamo ad essere riconosciuti come società sportiva di riferimento per la diffusione dello sci in Italia e all’estero, mantenendo i valori etici che appartengono a questo sport.

Vogliamo offrire un ambiente dove si possono trovare aggregazione, amicizia, solidarietà e divertimento e contribuire allo sviluppo ai massimi livelli possibili dei nostri giovani, come atleti e come uomini secondo i valori e lo spirito sportivo dello sci.

La capacità organizzativa dello staff è un punto fermo per la realizzazione di progetti, gare regionali, nazionali ed internazionali.

Sci Club 70 © 2017